Markets and investments

Private Equity, il principe della sostenibilità

by Albacore | 09.10.2019

Share on Facebook | LinkedIn

Secondo Francesco Fabiani, Albacore WM, la sostenibilità è diventata un brand. “Ciò che fa davvero la differenza è la reale misurabilità dell’impatto degli investimenti”.

Intervista a Francesco Fabiani, CEO Albacore, di Daniele Barzaghi

Com’è organizzata oggi la vostra struttura?

Siamo nati oltre 35 anni fa come family office della famiglia De Benedetti, e negli ultimi anni ci siamo evoluti in Multi Family Office. Siamo basati in Svizzera, ma facciamo parte del gruppo Alvarium, un Multi Family Office basato a Londra con 16 miliardi di dollari in gestione e con uffici in Europa, Stati Uniti ed Asia; abbiamo anche allo studio l’apertura di una filiale a Milano. In Albacore WM siamo 15 (in Alvarium oltre 200). Ci rivolgiamo a gruppi familiari (per lo più italiani e svizzeri) con bankable asset superiori ai 25 milioni di euro. Al momento seguiamo circa 25 famiglie e gestiamo circa 1 miliardo.

In cosa sentite che la vostra offerta di soluzioni possa emergere rispetto alla concorrenza?

Il nostro punto di forza è il servizio integrato di Wealth Management: gestione patrimoniale sia in Private Equity (area nella quale investiamo da più di 20 anni) che in strumenti liquidi, consulenza fiscale, strutturazione dei passaggi generazionali e family governance.

Vantiamo inoltre da sempre una forte proiezione internazionale. I portafogli dei nostri clienti comprendono investimenti immobiliari, industriali o tecnologici in tutto il mondo, con una varietà di sottostanti molto completa.

La tematica ESG può avere particolare efficacia in una clientela private, con esigenze finanziarie meno impellenti? 

Sono ormai diversi anni che abbiamo riscontrato da parte dei nostri clienti un interesse preciso nel campo degli investimenti etici. Naturalmente non è un’esigenza sentita da tutti, ma dalla maggioranza sì. I nostri clienti sono coscienti dei propri privilegi e dell’impatto che la loro ricchezza può avere nel mondo. Il private equity è da sempre il veicolo principe delle tematiche Esg: ad esempio abbiamo sovvenzionato edilizia popolare in Brasile, Colombia e Messico con grandi ritorni, così come micro credito in India, investimenti in infrastrutture in Africa e Medioriente o, più di recente, progetti di inclusione finanziaria e di sostegno all’agricoltura.

Come articolate in particolare i temi di sostenibilità sociale e di governance?

La sostenibilità sociale riguarda oggi la maggior parte degli investimenti, soprattutto negli ambiti di istruzione, micro credito e lotta alle discriminazioni. La componente focalizzata sul tema dell’ambiente, spesso simbolo del mondo Sri, si aggira oggi intorno al 30%. Esg è diventato un brand; ciò che fa davvero la differenza è la reale misurabilità dell’impatto degli investimenti, e questo è più facile avvalendosi di operatori con un lungo track record in materia.

Private Banker – Settembre 2019  la tavola rotonda

Read more
Explore