Markets and investments

MFO a servizio della redditività e dell’identità del patrimonio

by Elena Giordano | 30.09.2019

Share on Facebook | LinkedIn

La ricerca di Campdem sui family office nel Mondo ci consente due ordini di riflessioni.

Una è la necessaria distinzione tra Single Family Office (SFO) e MultiFamilyOffice (MFO), i primi a diretto servizio delle famiglie imprenditoriali, trovano storicamente genesi nel momento della successione in azienda o in un liquidity event, un momento in cui si libera istantaneamente il valore creato da una o più generazioni. Stiamo parlando di strutture, anche assai staffate, che nell’esperienza italiana gestiscono ricchezza per importi compresi da poche decine e diverse centinaia di milioni. Accanto a questi si pongono i pochi SFO storici di taglia maggiore (legati alle maggiori dinastie industriali italiane) che assumono vesti aziendali vere e proprie. I servizi erogati sono spesso allargati agli aspetti gestionali non strettamente finanziari (es. real estate, servizi alla persona, gestione di flotte, …).

Diverso è il caso dei Multi Family Office in cui opera un numero di professionisti chiamati normalmente a gestire grandi patrimoni compresi tra 1 a 2 miliardi, taglia ormai necessaria per partecipare all’inner circle del capitalismo globale.

E qui viene in considerazione l’altra riflessione sul significato della leadership nella successione patrimoniale. Qui il tema si fa più delicato con sfumature diverse da quello più generale della leadership aziendale, che segue normalmente criteri di merito accanto a ragioni di opportunità. Il ruolo consulenziale del MFO è immediatamente apprezzabile nello sforzo di assicurare al patrimonio non solo la necessaria redditività nel tempo, ma anche nell’allargare le regole d’accordo alla componente ideale impressa normalmente dal fondatore senior. Una struttura di gestione autonoma che fa da collettore delle inclinazioni e  dei desiderata dei junior, ma che suggerisce un indirizzo sinergico complessivo finalizzato a non disperdere la componente identitaria del patrimonio. Si tratta in questo caso di un approccio olistico al patrimonio. In questo comparto lo sviluppo degli ultimi anni è stato prorompente, ma presenta ancora ampli margini di crescita per i MFO di qualità.

Lungo queste direttrici si dipana il modello di business di Albacore che vede nell’appartenenza al gruppo mondiale Alvarium un punto distintivo dell’offerta basata su competenze locali ed esperienze globali di standing.

Read more on We-Wealth

Read more
Explore